Mission e attività dell’Associazione Pantelleria Insieme

contatti associazione pantelleria insieme
Pantelleria Insieme ODV è una libera associazione ispirata ai valori fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana, ai principi di libertà, di uguaglianza, di solidarietà e pace.
L’Associazione fonda la propria attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia, della partecipazione sociale e sull’attività di volontariato ed ha tra i propri valori fondanti:

• la trasparenza, intesa come chiarezza ed esplicitazione delle proprie azioni;
• l’ascolto e il confronto come metodi di azione;
• la logica della condivisione, della gestione partecipata e dell’interesse comune, contrapposta allo scontro, alla contrapposizione ideologica e all’affarismo consociativo e familistico.

Le finalità dell’associazione sono:

  • promuovere e difendere i valori di uguaglianza tra i cittadini, di collaborazione, di libertà religiosa, di laicità, di democrazia, di giustizia sociale, di libertà economica e imprenditoriale, di lavoro diffuso quale mezzo di riscatto sociale e umano;
  • ridare primato alla azione sociale partendo dall’impegno e dal senso civico, operando le scelte per il conseguimento del Bene Comune in cui ciascuna persona possa trovare realizzazione mettendo a frutto le proprie capacità e competenze, per l’interesse della collettività;
  • ridare forte centralità e dignità alle istituzioni che rappresentano il fondamento della democrazia e il presupposto per l’affermazione della giustizia e della pace sociale;
  • riaffermare il diritto/dovere del cittadino di interessarsi della “RES PUBLICA” per promuovere, indirizzare, supportare, controllare le azioni necessarie allo sviluppo socio-culturale ed economico della comunità Pantesca, attivando le azioni necessarie a mantenere sempre saldo il legame con i propri soci e con quanti ne vorranno sostenere le azioni;
  • promuovere azioni e iniziative al fine di abbattere discriminazione e marginalità sociale in tutti i contesti sociali e territoriali ove fossero presenti, contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di emarginazione;
  • promuovere ogni attività culturale, ricreativa e sociale tendente al coinvolgimento e la partecipazione attiva dei cittadini;
  • favorire lo sviluppo economico, sociale, culturale, turistico della comunità Pantesca, compatibilmente con le risorse presenti sul territorio e con la realtà economica del comprensorio, agendo per favorire iniziative e progetti di cooperazione coerenti con la responsabile difesa del territorio e dell’ambiente;
  • divenire punto di riferimento sul territorio, aggregando liberamente diverse esperienze e competenze umane e professionali, siano esse individuali che associative o di gruppi sociali ed economici, prestando attenzione alle istanze e iniziative che provengono dalle realtà aggregate localmente presenti, quali, a titolo esemplificativo non esaustivo, Associazioni di categoria di ogni ordine e grado, tipo piccola e media impresa, mondo cooperativo, mondo agricolo, commercianti ed artigiani, gruppi organizzati, movimenti, comitati e semplici cittadini;
  • realizzare un sistema di comunicazione coordinata al fine di favorire la diffusione dell’informazione relativa a tutti i settori di intervento dell’Associazione.

L’Associazione esercita, dunque, in via esclusiva o quanto meno principale, una o più attività di interesse generale di cui all’Art. 5 del CTS, per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale:

  • interventi e servizi sociali ai sensi dell’articolo 1, commi 1 e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni;
  • interventi e prestazioni sanitarie;
  • prestazioni socio-sanitarie di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 febbraio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 6 giugno 2001, e successive modificazioni;
  • educazione, istruzione e formazione professionale, ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53, e successive modificazioni, nonché le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa;
  • interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi;
  • interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni;
  • formazione universitaria e post-universitaria;
  • ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
  • organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo;
  • radiodiffusione sonora a carattere comunitario, ai sensi dell’articolo 16, comma 5, della legge 6 agosto 1990, n. 223, e successive modificazioni;
  • organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso;
  • formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa;
  • servizi strumentali ad enti del Terzo settore resi da enti composti in misura non inferiore al settanta per cento da enti del Terzo settore;
  • cooperazione allo sviluppo, ai sensi della legge 11 agosto 2014, n. 125, e successive modificazioni;
  • attività commerciali, produttive, di educazione e informazione, di promozione, di rappresentanza, di concessione in licenza di marchi di certificazione, svolte nell’ambito o a favore di filiere del commercio equo e solidale, da intendersi come un rapporto commerciale con un produttore operante in un’area economica svantaggiata, situata, di norma, in un Paese in via di sviluppo, sulla base di un accordo di lunga durata finalizzato a promuovere l’accesso del produttore al mercato e che preveda il pagamento di un prezzo equo, misure di sviluppo in favore del produttore e l’obbligo del produttore di garantire condizioni di lavoro sicure, nel rispetto delle normative nazionali ed internazionali, in modo da permettere ai lavoratori di condurre un’esistenza libera e dignitosa, e di rispettare i diritti sindacali, nonché di impegnarsi per il contrasto del lavoro infantile;
  • servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone di cui all’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, di cui all’articolo 1, comma 2, lettera c), della legge 6 giugno 2016, n. 106;
  • alloggio sociale, ai sensi del decreto del Ministero delle infrastrutture del 22 aprile 2008, e successive modificazioni, nonché ogni altra attività di carattere residenziale temporaneo diretta a soddisfare bisogni sociali, sanitari, culturali, formativi o lavorativi;
  • accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti;
  • agricoltura sociale, ai sensi dell’articolo 2della legge 18 agosto 2015, n. 141, e successive modificazioni;
  • organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche;
  • beneficenza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti di cui alla legge 19 agosto 2016, n. 166, e successive modificazioni, o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale a norma del presente articolo;
  • promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
  • promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di interesse generale di cui al presente articolo, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche dei tempi di cui all’articolo 27della legge 8 marzo 2000, n. 53, e i gruppi di acquisto solidale di cui all’articolo 1, comma 266, della legge 24 dicembre 2007, n. 244;
  • cura di procedure di adozione internazionale ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • protezione civile ai sensi della legge 24 febbraio 1992, n. 225, e successive modificazioni;
  • riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.

L’Associazione, per il raggiungimento dei suoi scopi intende promuovere e attuare tutte le attività e azioni ritenute più opportune, dirette a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi inerenti i propri scopi e in particolare, a titolo esemplificativo non esaustivo:

a. promuovere, costituire, partecipare e cooperare con le Istituzioni Europee, Nazionali e Locali, con le Organizzazioni riconosciute e le Associazioni territoriali, Nazionali e Internazionali;
b. promuovere e attuare la partecipazione attiva dei cittadini attraverso “tavoli di lavoro”, incontri, convegni, dibattiti e manifestazioni pubbliche, favorendo al massimo il protagonismo dei partecipanti e il pluralismo delle voci a confronto;
c. organizzare e/o offrire il patrocinio collaborativo ad iniziative promosse anche da altri enti od organismi associativi;
d. promuovere e far sviluppare attività di ricerca e formazione, pure verso corsi di aggiornamento su materie, a titolo esemplificativo non esaustivo, sociale, economica, etc.; ovvero verso corsi di perfezionamento e istituzione di gruppi di studio e ricerca; compresi seminari ovvero a vantaggio di corsi di orientamento e qualificazione professionale;
e. favorire la promozione e lo sviluppo di azioni editoriali anche verso pubblicazioni nei diversi „media“ disponibili di notiziari, siti internet, atti di convegni, seminari, giornali on-line, bollettini, libri, riviste e periodici, nonché degli studi e delle ricerche compiute in proprio o in collaborazione con Case Editrici, Enti Pubblici e Privati, altri organismo associativi; favorire la produzione e distribuzione e proiezione di filmati, registrazioni e ogni altro tipo di riproduzione multimediale;
f. promuovere e sostenere, anche attraverso studi e ricerche, nuove idee imprenditoriali volte a favorire opportunità occupazionali terze e il reinserimento di categorie svantaggiate, prioritariamente miranti a costituire proposte lavorative fondate su principi di “impresa etica”, per affermare sul territorio il diritto al lavoro e la creazione/sostegno di Aziende socialmente responsabili;
g. promuovere e gestire incontri e manifestazioni di qualsiasi genere utili alla divulgazione delle attività, nonchè iniziative di natura culturale, turistica, ricreativa, sportive e quant’altro affine od assimilabile, compreso l’effetto di opera politica intesa nell’accezione indicata nell‘art. 1;
h. impegnarsi a supporto del cd. „privato sociale“, della cooperazione, del volontariato e della solidarietà sociale, anche promuovendo azioni di recupero della marginalità sociale e del rispetto delle „pari opportunità“;
i. perseguire con azioni concrete iniziative a vantaggio del rispetto e della protezione dell’ambiente, per la valorizzazione del patrimonio boschivo, faunistico e paesaggistico del paese, e per la diffusione della cultura del biologico, verso benefici nel campo energetico connesso all’utilizzo di energie da fonti rinnovabili;
j. mettere a disposizione le proprie strutture e le proprie esperienze ad altri organismi che abbiano le stesse finalità o che le condividano, anche solo parzialmente in iniziative congiunte.

Nello specifico, l’Associazione si propone di attivarsi da subito nelle seguenti attività ed azioni:
• educazione, istruzione e formazione professionale
• interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi;
• organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo;
• organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso;

L’Associazione può svolgere ogni altra attività non specificamente menzionata nell‘elenco proposto, ma comunque collegata con quelle precedenti, purché coerente con le finalità istituzionali e idonea a perseguirne il raggiungimento.
Le attività di cui ai commi precedenti sono svolte prevalentemente in favore di terzi, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati o delle persone aderenti agli enti eventualmente associati nel rispetto delle prescrizioni normative in materia.

 

Mission e Attività dell’Associazione Pantelleria Insieme

associazione pantelleria insieme
EnglishItalian